Intervista/racconto di Mario Schiavone a Salvatore Di Vilio fotografo

 

Terra dei fuochi a chi? Siamo anche una terra popolata da artisti veri. Lo dico da Pirata, visitando il laboratorio di un Artigiano-Mago della fotografia.

21 gennaio 2014 | Leggo altro

Assonanze. Vittorio De Seta, Salvatore Di Vilio e la terra nostra.

Il cinema di Vittorio De Seta ha il dono di offrire agli occhi quel riposo estatico tra le pieghe rassicuranti di cose consuete. Consuete non perché subitamente riconoscibili o semplicemente rassicuranti, ma perché marchiate a fuoco dal tempo storico e qualificate nella loro irremovibile unicità estetica dalla memoria collettiva di intere generazioni. Così come la fotografia di Salvatore Di Vilio, che sembra cingere d’assedio la sacralità della storia che si compie ferendone a morte ogni pur minima impurità. 

21 gennaio 2014 | Leggo altro

headprojecttrio

 

La copertina è firmata dal fotografo Salvatore Di Vilio: il faro sfocato di un’automobile, la cattura di un momento rapido, istintivo, inafferrabile da interpretare liberamente, come una macchia di Rorschach, come la musica dell’H.P.T..

 

 

11 gennaio 2014 | Leggo altro

Dal 18 maggio al 10 giugno 2013 Via San Massimo, 9/A, 10123 Torino

SALVATORE DI VILIO con:
IL TURISTA INCANTATO
con una nota di Giuseppe Montesano
e
ATTRAVERSAMENTI CICLABILI NEGLI INGRANAGGI DELLA MEMORIA
Con una nota di Eugenio Tinto

18 maggio 2013 | Leggo altro